Funzioni trasferite > Cultura > Biblioteche e archivi

Biblioteche e archivi

Di proprietÓ della Provincia Di Pisa
Di proprietÓ della Provincia Di Pisa


Nel settore delle biblioteche e degli archivi, la Provincia, secondo quanto indicato nella legge regionale di riferimento (L.R.35/99) e nei documenti di programmazione regionale, ha scelto la rete come mezzo fondamentale per la gestione dei servizi documentari. “La rete locale costituisce la modalità ordinaria di gestione delle attività e dei servizi documentari integrati”. Così recita la L.R. 35/99 in materia di biblioteche di enti locali e di archivi di enti locali.

La Provincia sostiene e promuove lo sviluppo della rete archivistica provinciale, di Bibliolandia, rete delle biblioteche dislocate tra Valdera, Basso Valdarno e Val di Cecina, della cooperazione a livello cittadino della Biblioteca Provinciale e Comunale con l’Università di Pisa e del servizio di prestito interbibliotecario su tutto il territorio provinciale. Sviluppare le reti provinciali significa estendere i servizi con attività di cooperazione per lo sviluppo delle risorse informative, la gestione delle collezioni, le politiche di conservazione e restauro e le attività di promozione dei servizi e gli interventi di formazione del personale e di promozione della lettura.

Accanto al sostegno alle reti, c’è quello ai progetti di promozione della lettura, della pubblica lettura e dell’editoria su tutto il territorio provinciale. Dagli ultimi dati ISTAT sulla lettura risulta un aumento consistente dei lettori negli ultimi anni. Il Mese del libro e il Pisa Book Festival dedicato all’editoria minore può sviluppare un interesse più vasto per il libro e la lettura e per iniziative locali finalizzate agli stessi obiettivi.

Di competenza della Provincia è la gestione della Biblioteca Provinciale la struttura più importante di ente locale sul territorio provinciale e centro di documentazione specializzata nel campo delle scienze giuridiche economiche e sociali. Relativamente alle Istituzioni Culturali presenti sul territorio che sono dotate di patrimoni librari e documentari e che sono aperte al pubblico, la Provincia sostiene la loro integrazione nella rete bibliotecaria e archivistica provinciale.