Presentato l'Osservatorio Permanente Antimafia

Niscemi, mafia
Niscemi, mafia

Nuova missione ufficiale per il "Coordinamento pisano per la legalità", la rete di enti locali del nostro territorio costituitasi su iniziativa della Provincia, con l'obiettivo di lavorare per affermare la cultura della giustizia e della trasparenza, contribuendo alla lotta contro il crimine organizzato. Nei giorni scorsi l'assessore provinciale Gabriele Santoni (responsabile del coordinamento) e l'assessore Roberto Lorenzi del Comune di Cascina sono stati a Niscemi (Caltanissetta), dove hanno partecipato alla manifestazione intitolata "Il sale non diventi scipito", nel corso della quale è stato presentato l'Osservatorio Permanente Antimafia. L'iniziativa - alla quale ha preso parte anche don Luigi Ciotti, presidente di Libera (associazione nazionale votata a contrastare la malavita e i suoi affari), insieme ad amministratori di Polistena (Rc), Campobello di Mazara (Tp) e Corleone (Pa) - è stata promossa dal sindaco di Niscemi Giovanni Di Martino, vicepresidente di Avviso Pubblico, circuito nazionale che riunisce nell'impegno contro la criminalità organizzata numerosi enti locali di tutto il Paese: obiettivo, tenere alto il livello del contrasto all'attività delle cosche. Il 30 agosto scorso a Niscemi le forze dell'ordine hanno arrestato quattro pregiudicati che, come emerso dalle intercettazioni, intendevano uccidere alcuni figli minorenni e parenti di due collaboratori di giustizia, a uno dei quali in precedenza avevano incendiato le auto e intimidito la convivente e la madre. "Essere presenti - ha detto Santoni - è stato un modo concreto per rendere visibile il sostegno nazionale al sindaco, al Comune e alla gente di Niscemi: ribadendo che la lotta alle mafie è una questione che ci riguarda tutto il Paese". Il sindaco della cità siciliana ha annunciato misure a sostegno degli imprenditori onesti, che denunciano i tentativi di estorisione attraverso il ‘pizzo': primo provvedimento la loro esenzione dal pagamento dei tributi locali.