Guida multilingua sulla pesca

I comportamenti da seguire nella pesca, un'attività sempre più diffusa e non sempre praticata nelle regole.

Guida Pesca multilingua
Guida Pesca multilingua

Una guida per dare informazioni sulle regole e i comportamenti da seguire nella pesca, un'attività sempre più diffusa, e non sempre praticata nelle regole, anche tra i cittadini stranieri in particolare cinesi o neo comunitari come i romeni, anche per ragioni di sussistenza. Per dare uno strumento informativo sulle regole da seguire, nelle attività di pesca dilettantistiche, è stata realizzata la brochure "Regole e comportamento dell'attività di pesca nella provincia di Pisa" in italiano, cinese e romeno.

"Predisporre strumenti per facilitare l'integrazione dei cittadini stranieri - ha spiegato l'assessore all'integrazione Silvia Pagnin, presidente del Nord-Sud - è una delle finalità istituzionali del Centro Nord-Sud. Molti cittadini stranieri esercitano la pesca nei nostri fiumi ed è importante metterli a conoscenza delle semplici regole alle quali attenersi. Per questo motivo, con la consulenza della Polizia Provinciale, abbiamo predisposto un semplice strumento informativo che sarà distribuito nel territorio, contenenti le informazioni essenziali per ritirare il permesso di pesca, conoscere i mezzi di pesca consentiti e quali specie di pesce poter pescarein esso si trovano le informazioni essenziali sugli aspetti normativi che disciplinano l'attività di pesca, sulle modalità per richiedere il permesso di pesca, sui comportamenti da seguire e sulle classificazioni dei tipi di pesca, dei corsi d'acqua e sulle specie ittiche. Chiude la brochure una pagina con la grafica a fumetto per trasmettere in modo efficace la sintesi delle informazioni".

"Mettersi in regola è molto facile - ha spiegato il comandante della Polizia Provinciale - la Regione ha infatti semplificato le regole per il rilascio della licenza di pesca. Si possono ottenere permessi di pesca temporanei per 15 giorni con soli 10 euro, o una licenza annuale con 35 (il pagamento si effettua con un bollettino postale intestato a Regione Toscana c/c n. 26730507). Con la nuova brochure tradotta anche in cinese e romeno possiamo così trasmettere le informazioni anche a quei cittadini che non hanno molta dimestichezza con l'italiano"