Buti

Buti
Buti

Ricordata col nome di Ara Cerasi, Buti è di origine romana e conosciuta prima del Mille in una memoria scritta, risalente a Berengario re d'Italia, che riconosce al vescovo di Pisa pieni poteri sulla pieve di S. Giovanni Battista, finibus Buviti. Situata nella vallata del Monte Serra che guarda verso est e il Valdarno è ricercata ancor oggi per la produzione dell'olio d'oliva e, fino a non molti anni fa, rinomata anche per la fabbricazione delle ceste. Buti è nell'omonima valle solcata dal Rio Maggiore e divisa in due dal fiume. Ricordata nei versi del Carducci, essa vanta un'antica tradizione folcloristica: quella dei poeti di Buti, che, nei famosi "Maggi", cantano durante le feste, in forma poetica estemporanea, per il raccolto delle messi.