Trasporto pubblico locale

In vigore fino al 31 gennaio 2011 l’attuale programma di corse, con riduzione causata dai tagli nazionali e regionali

bus
bus

La Provincia di Pisa ha emesso un'ordinanza sul trasporto pubblico locale (relativamente al servizio extraurbano) con la quale ne dispone lo svolgimento dall'1 al 31 gennaio 2011 secondo il nuovo programma, anticipato nelle scorse settimane ai sindaci dei Comuni del bacino di traffico Tpl. L'atto è stato indirizzato al presidente del Cpt-Consorzio Pisano Trasporti e agli stessi sindaci.

"Si precisa che tale ordinanza e il relativo programma di esercizio, non possono che basarsi, a fronte di quelle che sono le specifiche competenze in materia della Provincia", dichiarano il presidente Andrea Pieroni e l'assessore alla mobilità Gabriele Santoni, "necessariamente sulle uniche disponibilità finanziarie presenti al momento per poter sostenere il servizio extraurbano del trasporto pubblico locale: ovvero la ridotta somma trasferita dalla Regione Toscana in conseguenza dei tagli imposti dal governo nazionale, cui si aggiungono le risorse provinciali destinate all'Iva, reperite con difficoltà nel bilancio della Provincia, per circa 600mila euro".

Tutto ciò si traduce, nel programma in vigore, in una diminuzione della percorrenza chilometrica del 22,20%.

In particolare, le risorse assegnate dalla Regione alla Provincia di Pisa per i servizi minimi extraurbani dell'anno 2011 (delibera di giunta regionale n. 1174 del 28 dicembre 2010) ammontano a 12.030.668 euro, con una riduzione di 1.687.529 euro.

Inoltre, un'ulteriore riduzione dei servizi di trasporto extraurbano è dovuta, al momento, all'assenza degli impegni economici - pari a 1.548.283 euro - formalmente assunti da molti dei Comuni interessati, spesso per le difficoltà legate all'approvazione dei rispettivi bilanci a seguito dei tagli nazionali, lasciando presagire in ogni caso diminuzioni nei prossimi stanziamenti comunali.

La tabella delle corse in atto salvaguarda i trasporti scolastici, quelli nelle ore di punta e i pendolari; ma registra anche cancellazioni tutt'altro che indolori riguardo alle corse extraurbane statisticamente con minore utenza e ad altre corse nei giorni festivi, facendo paventare ripercussioni significative sui livelli occupazionali delle aziende dei trasporti, tra cui il Cpt.

"Alla luce delle problematiche che si sono manifestate sul territorio per effetto dei tagli finanziari, oltre che delle istanze provenienti dal Consorzio Pisano Trasporti e da alcuni Comuni", proseguono il presidente Pieroni e l'assessore Santoni, "si invitano i sindaci a un incontro che si terrà presso la sede della Provincia lunedì 10 gennaio, alle ore 15, auspicando di avere nella circostanza la certezza, da parte dei Comuni, di poter disporre di una cifra non troppo dissimile rispetto a quella del 2010".

L'assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao ha nel frattempo convocato le Province per venerdì 14 gennaio, in modo da fare il punto a livello complessivo e territoriale.