Il diario interculturale

All'apertura dell'anno scolastico arriva il diario interculturale: sarà distribuito gratuitamente in 9 scuole medie della provincia di Pisa.

giovani studenti
giovani studenti

Presentato "M.H.E. Migrare Humanum Est. Diario interculturale 2012-2013" realizzato dall'Istituzione Centro Nord-Sud, in collaborazione con Geofor SpA. Il diario, nato per riflettere sulla presenza di immigrati, per capire le ragioni della migrazione, ma anche per capire meglio la nostra società, ponendo anche attenzione all'ambiente e all'uso delle risorse naturali.

Il diario sarà distribuito gratuitamente il primo giorno di scuola, il prossimo 12 settembre, in nove scuole medie della nostra provincia che hanno aderito al progetto. Le scuole sono: Fucini di Pisa, Leopardi di Vecchiano, Pacinotti, Curtatone e Montanara, Gandhi di Pontedera, Sacchetti di San Miniato, Banti di Santa Croce, Donegani di Montecatini Val di Cecina, Jacopo da Volterra.

Il Diario è stato presentato dall'assessore alla cultura, integrazione e intercultura della Provincia di Pisa, presidente del Nord-Sud, Silvia Pagnin, insieme al Presidente di Geofor SpA Paolo Marconcini, agli assessori alla politiche scolastiche dei Comuni di Pontedera e Vecchiano e ai Dirigenti e insegnanti delle scuole conivolte.

In tempi di crisi e di difficoltà economiche – spiega - anche un piccolo gesto può essere d'aiuto. Con questo spirito presento la nuova edizione di MHE, il Diario scolastico interculturale che è stato elaborato dal Centro Nord-Sud. Dopo la positiva esperienza che in via sperimentale abbiamo proposto l'anno passato in cinque scuole medie, quest'anno proponiamo un nuova edizione, che ha tenuto conto anche di proposte e suggerimenti degli stessi alunni e insegnanti e della Consulta provinciale dell'Immigrazione. Una nuova edizione che si lega anche ad una partnership con Geofor, che voglio ringraziare per aver condiviso il progetto e contribuito ad arricchirne i contenuti.

Il Diario sarà distribuito in nove scuole, raggiungendo 1500 tra alunni e insegnanti. Si tratta di un Diario del tutto particolare – ha aggiunto – che assomma le funzioni di diario della scuola (con una sintesi del piano dell'offerta formativa, le pagine delle giustificazioni, dei permessi e le comunicazioni scuola famiglia) e quello di vero e proprio sussidio di educazione interculturale. Attraverso le foto di documentazione delle attività di cooperazione e integrazione del Nord-Sud, i proverbi di varie tradizioni, personaggi famosi, senza trascurare la storia e la geografia, ma anche attraverso divertenti giochi a test, MHE vuol aiutare i nostri ragazzi a capire un mondo che sta cambiando nel quale si incontrano sempre più spesso parole come intercultura, multicultura, integrazione.

Con questo Diario – ha concluso - ci proponiamo di avviare un percorso che aiuti i nostri alunni a conoscere i luoghi di provenienza di molti loro compagni stranieri delle loro tradizioni, le loro speranze e le loro motivazioni, e soprattutto a capire meglio la società che ci circonda e che è sempre più intrecciata con altre comunità del mondo, con le quali interagiamo sempre di più”.

Particolare soddisfazione è stata espressa dal Presidente Marconcini, nella sua veste di sponsor, che ha espresso piena condivisione con le finalità del progetto.