L'inizio dell'anno scolastico

Il saluto del Presidente Pieroni agli studenti e ai docenti per questo avvio di anno scolastico 2012-2013.

giovani studenti
giovani studenti

Cari studenti, cari docenti

oggi è per voi l'inizio di un nuovo anno scolastico, inizio caratterizzato, come sempre, da emozioni, aspettative e ansie, come l’inizio di un viaggio o di un’avventura e, allo stesso tempo, da quel brio che le vacanze estive hanno lasciato nei vostri animi.

I giovani sono il bene più prezioso di una comunità, una scuola che funziona, integrata nel proprio tempo, è la migliore garanzia per il futuro di ogni paese.

L’importanza del primo giorno di scuola, come pure di tutti quelli successivi, sta nella capacità dei docenti di ridurre al minimo la riluttanza degli studenti, facendo loro apprezzare quanto la conoscenza sia indispensabile e come essa renda liberi, autonomi e consapevoli, cittadini protagonisti e non solo spettatori.

E’ utile che gli studenti comprendano, al tempo stesso, che la conoscenza non è una semplice congiunzione di nozioni da incamerare passivamente, ma quanto possa invece essere stupefacente ripercorrere il passato, avvicinarsi alle culture straniere, entrare nei meccanismi che regolano la natura, analizzare le strutture che reggono la società, capire che una poesia non è semplicemente una serie di parole in rima, ma l'espressione dei più profondi sentimenti di un autore e la sua volontà di renderli immortali.

Cari studenti, la scuola non deve essere vissuta come un obbligo, ma come una chance decisiva: questo è l’ambiente in cui sia le vostre aspirazioni che la vostra personalità prenderanno forma.

E’ una opportunità unica, irripetibile, sfruttatela al meglio!

Buon anno scolastico a tutti.

IL PRESIDENTE

Andrea Pieroni