Il Piano del cibo

La Provincia di Pisa, i Dipartimenti di Scienze Agrarie e Veterinarie dell’Università di Pisa ed il Laboratorio di Studi Rurali Sismondi presentano il 5 dicembre 2014 alla Stazione Leopolda i risultati della ricerca sul Piano del Cibo

Nato in collaborazione progettuale con il sistema universitario pisano il Piano del Cibo, che ha costituito il primo atto di indirizzo politico del genere espresso a livello nazionale da una Provincia, è stato sviluppato dall’inizio nella scorsa legislatura dall’Assessorato allo Sviluppo Rurale, con il supporto del Servizio Politiche Rurali, a dimostrazione della sensibilità del territorio pisano sui temi legati al cibo e alle sue implicazioni con la vita delle nostre città.

A partire dal 2010, il Piano del Cibo ha rappresentato un ambito di attività fortemente innovativo che ha coinvolto le amministrazioni locali della provincia di Pisa, le ASL, le Società della Salute, le associazioni e i singoli cittadini nella discussione intorno al tema Cibo, declinato in tutti i suoi aspetti: salute, economia, ambiente, territorio, etica, società.

A seguito dell’approvazione e la sottoscrizione della Carta del Cibo e della Strategia, gli Enti locali hanno definito la necessità di realizzare il Piano del cibo attraverso l’adozione di due strumenti: un Accordo di Programma che coordinasse l’azione dei soggetti pubblici, e un’Alleanza per il cibo, che comprendesse il contributo dei soggetti della società civile e del terzo settore.

La sessione pomeridiana, espressamente intitolata “il Piano del Cibo della Provincia di Pisa: dalle basi allo sviluppo”, ha l’obiettivo, a partire dalla presentazione dei risultati dei progetti di ricerca ad esso collegati, di aggiungere ulteriori passi concreti allo sviluppo delle interconnessioni tra gli attori del territorio, per la costruzione di un modello di città in grado di dare a tutti i componenti della nostra comunità la possibilità di alimentarsi in modo salutare e sostenibile senza compromettere il benessere di altri, delle future generazioni e dell’ambiente.

Da questa consapevolezza nasce il programma complessivo della giornata del 5 dicembre, articolata in due sessioni in cui il cibo è oggetto di riflessione e obiettivo di programmazione.

Nella sessione mattutina, dal titolo: “Il Consiglio del cibo”, l’Università di Pisa, che ha raccolto le sue numerose competenze, esperienze e conoscenze per dar vita al progetto Pisa verso EXPO 2015, ha promosso sul tema una specifica tavola rotonda.

L’obiettivo principale della Tavola rotonda su Il Consiglio del cibo, è quello di aprire a un confronto sul tema della partecipazione dei cittadini alla individuazione delle “regole del cibo”, a partire dall’esperienza recente del Consiglio del cibo di Pisa, primo nel suo genere in Italia e occasione per strutturare in forma democratica la relazione fra le esigenze dei cittadini che guardano ad un’alimentazione sana e sostenibile nello spazio urbano, gli interessi pubblici e le prerogative dei privati.

Nella pausa tra le due sessioni, sarà offerto il pranzo a buffet a base di prodotti locali di stagione, organizzato dalla Bottega della Leopolda.

Il programma della giornata sul cibo:

IL CONSIGLIO DEL CIBO

ore 9:30-13:30

9,30: Saluti

Maria Antonella Galanti, Prorettore per i rapporti con il territorio

Martino Alderigi, Responsabile delle attività dell’Associazione Casa della Città Leopolda

Manuela Giovannetti, Direttore del Centro interdipartimentale di ricerca "Nutraceutica e alimentazione per la salute"

9:45: Introduzione a cura di Eleonora Sirsi Perché una tavola rotonda sul Consiglio del cibo nel Programma degli incontri "L’Università di Pisa verso EXPO2015"

Presiede e modera: Marco Goldoni

10:20 Democrazia alimentare e ruolo delle comunità locali Gianluca Brunori

10:40 Storia e sviluppi dei consigli del cibo: modelli ed esperienze Eleonora Sirsi

11:00 Il Consiglio del cibo di Pisa: dall’impegno in singole vicende alla costituzione dell’Associazione Silvia Innocenti

11:20 I percorsi partecipativi nella Regione Toscana Antonio Floridia

11:40 -12:00 Pausa

12:00 - 13:30 Interverranno: Circolo Legambiente di Pisa; GAS Calci; Presidente Soci Coop; Slow Food Toscana; Comune di Pisa; USL 5 e CTP5; Green Gea snc

IL PIANO DEL CIBO DELLA PROVINCIA DI PISA: DALLE BASI ALLO SVILUPPO

ore 15:00-18:30

Modera Francesca Parra (PaginaQ)

Saluti del Presidente della Provincia di Pisa, On. Marco Filippeschi

15:00 Introduzione a cura di Gianluca Brunori

15:15 Presentazione dei risultati dei progetti di ricerca

• "Verso il Piano del cibo della Provincia di Pisa: il coordinamento dei soggetti pubblici e la definizione dell’Accordo di Programma" a cura di Roberta Moruzzo, Dipartimento di Scienze Veterinarie, discussant Giovanni Forte, Direttore dell’Unione dei Comuni della Valdera

• "Verso il Piano del cibo della Provincia di Pisa. La realizzazione dell’Alleanza per il cibo" a cura di Silvia Innocenti, Laboratorio di Studi Rurali Sismondi , discussant Francesca Bretzel, presidentessa del Consiglio del Cibo di Pisa

• "Verso la Rete per l’agricoltura civica. Progetto di monitoraggio delle aziende civiche nella Provincia di Pisa" a cura di Adanella Rossi, Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali, discussant Alessandro Agostini, agricoltore civico

16:15 Forum di discussione

• La costruzione di una nuova cultura intorno al cibo e alla terra (facilita Laura Fastelli)

• Le istituzioni come interpreti delle nuove istanze di cittadini e produttori: gli acquisti verdi (facilita Francesca Galli)

• La costruzione di una nuova governance intorno al cibo e alla terra (facilita Elena Favilli)

17:15 – 17:30 Pausa

17:30 – 18:30 Restituzione dei gruppi e conclusioni