8 marzo

Intervento della Consigliera provinciale Francesca Brogi, Tavolo di Coordinamento Territoriale dei soggetti della rete contro la violenza di genere.

8 MARZO 2017 – GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Da momento di rivendicazioni prettamente sindacali e politiche a giornata internazionale per la promozione dei diritti delle donne, l’8 Marzo costituisce da sempre una ricorrenza fondamentale per fare un bilancio sui risultati ottenuti e gli obiettivi da raggiungere nell’ambito della parità di genere.

Era inizio Novecento quando negli Stati Uniti e in Europa i partiti socialisti e comunisti si impegnarono ad affrontare queste tematiche e lanciarono la proposta di dedicare un giorno alla celebrazione delle donne che si battevano per la conquista del diritto al voto, per poi arrivare al 1977 quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite istituì ufficialmente l’8 Marzo come “Giornata internazionale della donna”.

La storia dell’8 Marzo segna un percorso lungo e tortuoso durante il quale l’obiettivo dell’uguaglianza e dell’indipendenza della donna ha assunto forme diverse ma tutte collegate fra loro. La parità di genere è divenuta ormai un principio trasversale e condiviso da soggetti di natura diversa, che sempre più spesso collaborano per contrastare i fenomeni discriminatori e per promuovere invece una cultura diversa.

In quest’ottica la Provincia, attraverso l’Ufficio per le Pari Opportunità, il Tavolo di coordinamento e il Comitato Unico di Garanzia, svolge un ruolo importante e strategico di connessione e sostegno delle attività degli Enti locali, delle Organizzazioni Sindacali e di tutte quelle Associazioni sociali e culturali che quotidianamente operano in questo ambito e offrono strumenti concreti per la diffusione delle politiche di genere. Sono tanti i progetti e le iniziative realizzate sui singoli territori e a livello provinciale sia in favore di donne che si trovano in particolari situazioni di svantaggio, sia volte a sensibilizzare i cittadini e i giovani su questo tema.

Ed è proprio sulla diffusione della cultura dell’uguaglianza fra uomo e donna che occorre concentrare gli sforzi di tutti, portando avanti l’obiettivo di giungere all’affermazione di una immagine diversa della donna e del suo ruolo all’interno della famiglia e della società. Tanto è stato fatto e tanto è ancora da fare per ottenere un’uguaglianza di fatto e non soltanto di diritto ed è in questa direzione che continua a procedere la Provincia di Pisa, grazie alla competenza e alla sensibilità da sempre dimostrate da tutti i soggetti che ne fanno parte.

Francesca Brogi
Tavolo di Coordinamento Territoriale dei soggetti della rete contro la violenza di genere