"Lose for life", come salvare un Paese in overdose da gioco d’azzardo

L’Italia è uno dei Paesi maggiormente colpiti da quella che viene definita una “overdose da gioco d’azzardo” che porta con sé importanti conseguenze negative non solo sul fronte economico ma anche e soprattutto sul fronte socio-sanitario e sul fronte della legalità e del coinvolgimento delle mafie.
Ogni italiano nel 2016 ha giocato circa 1600 euro, pari a un totale di 96 miliardi di euro in un anno. A calcolarlo è Avviso Pubblico, Associazione nazionale degli Enti Locali e delle Regioni per la formazione civile contro le mafie, con il Master in “Analisi prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della
corruzione” dell'Università di Pisa e la rivista Altreconomia.


Il risultato finale è il progetto culturale "Lose for life", realizzato con l’obiettivo di raccogliere e offrire informazioni e aggiornamenti costanti sul fenomeno e sulle buone prassi da seguire nei territori per circoscrivere il gioco d’azzardo patologico. Lo strumento principale del progetto è il libro “Lose for Life” che fotografa la situazione del gioco d’azzardo nel nostro Paese e illustra, attraverso il contributo di esperti, magistrati, sociologi, psicologi, giornalisti, il percorso che ha condotto l’Italia a diventare la nazione regina del gioco. Ma non si limita solo a raccontare. Il volume di Avviso Pubblico infatti presenta anche proposte concrete per affrontare questa problematica,
riportando le buone pratiche adottate dagli Enti Locali di tutta Italia.

Sabato 17 Marzo 2018 l’Amministrazione comunale organizza la presentazione di questo libro insieme ad una delle sue curatrici Giulia Migneco. Con l’occasione parleremo dei vari aspetti del gioco d’azzardo e delle campagne e novità normative locali e regionali adottate proprio per contrastare questo problema.

Interverranno:
Francesca Brogi, Sindaco di Ponsacco e Consigliera provinciale con delega alla Legalità
Giulia Migneco, curatrice del volume di Avviso Pubblico
Don Armando Zappolini, referente della campagna “Mettiamoci in Gioco”
Simona Neri, responsabile di Anci Toscana per i progetti sulle ludopatie
Fabrizio Tognoni, coordinatore provinciale di Libera, Associazione Nomi e numeri contro le mafie
Alessandra Nardini e Antonio Mazzeo, consiglieri della Regione Toscana che ci illustreranno la nuova legge
regionale in materia

Questo appuntamento si inserisce nel programma delle iniziative che ci porteranno a celebrare il 21 Marzo la Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

PhotoGallery