Il Progetto Pisa ReadyForma 2019

Un percorso di sensibilizzazione alle discriminazioni di genere nei luoghi di lavoro.

CUG
CUG

La Provincia di Pisa ha aderito con atto di indirizzo del C.P. n. 37/2019 alla rete READY Rete Nazionale Antidiscriminazioni andando così ad impegnarsi per rafforzare la collaborazione tra le PP.AA. finalizzata a promuovere il contrasto alla discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere sul territorio di riferimento.

La legge istitutiva dei Comitati unici di Garanzia (CUG) nelle amministrazioni pubbliche (L.183/2010) e le successive “Linee guida” contenute nellaDirettiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del04/03/2011, nel disciplinare le modalità di costituzione e funzionamento dei CUG, ne delineano anche le aree di competenza: la promozione di una cultura delle pari opportunità nei gruppi di lavoro, la promozione del benessere organizzativo nei contesti lavorativi, e il contrasto ad ogni forma di discriminazione basata sul genere, l’orientamento sessuale, l’identità etnica e ogni altra condizione personale o sociale. Queste aree di competenza e intervento del CUG nei contesti organizzativi possono essere ricondotte alla sfida della promozione del benessere organizzativo, una sfida centrale per garantire l’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa nelle istituzioni. Il CUG, dunque, si configura come un organismo che, nel promuovere il benessere organizzativo nei gruppi di lavoro operanti nelle istituzioni pubbliche, favorisce l’azione amministrativa nel suo insieme.

Un clima organizzativo sessista può incidere negativamente sul benessere psicologico, sulle dinamiche relazionali e sulla job satisfaction delle lavoratrici e dei lavoratori, favorendo sentimenti disforici, decrementando l’autostima, e alterando le dinamiche, partecipative nell’organizzazione del lavoro. Può incidere pesantemente sul benessere organizzativo, e di conseguenza sulla salute mentale, l’autostima,l’autoefficacia, e le opportunità di partecipazione attiva dei lavoratori e delle lavoratrici.

Per tutte queste ragioni, una buona prassi di organizational policy consiste nel proporre nei contesti lavorativi specifici interventi di contrasto al sessismo e all’omofobia al fine di mitigare gli effetti negativi che il sessismo, l’eterosessismo e il genderismo possono produrre sul clima organizzativo e sul benessere delle lavoratrici e dei lavoratori. Un indirizzo di politica organizzativa che, di fatto, rientra a pieno titolo nelle competenze e nel raggio di azione dei Comitati Unici di Garanzia.

In quest’ottica, il CUG della Provincia di Pisa ha proposto che nel Piano di Azioni Positive 2018-2020 si affrontasse il tema del benessere collegato a quello delle discriminazioni nel contesto lavorativo attraverso specifica attività formativa. Ha poi condiviso in seno al Coordinamento dei Cug degli enti pisani la realizzazione di un'attività formativa sul contrasto alle discriminazioni ed all'omofobia, che coinvolgesse il personale di tutti gli enti componenti il Coordinamento stesso. E’ nata così l’idea progettuale Pisa ReadyForma.

Le attività

28 novembre 2019 Presentazione del progetto al Tavolo di Coordinamento Provinciale dei soggetti della rete contro la violenza

4 e 5 dicembre 2019 Svolgimento Attività Formativa

Fine dicembre 2019 Focus su Ready



a cura dell'Ufficio Pari Opportunità.