Entrate provinciali


L’art. 119 della Costituzione, in attuazione del principio del decentramento, attribuisce agli Enti locali autonomia finanziaria di entrata e di spesa, risorse autonome, tributi ed entrate proprie, compartecipazioni al gettito di tributi erariali riferibili al loro territorio, al fine di autofinanziare le funzioni pubbliche loro assegnate.

Le maggiori entrate provinciali sono:

  • tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente – T.E.F.A.;
  • imposta provinciale sulle formalità di trascrizione, iscrizione ed annotazione dei veicoli richieste al pubblico registro automobilistico – I.P.T.;
  • imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore – RC AUTO;
  • addizionale provinciale per il consumo dell’energia elettrica (soppressa a decorrere dall'anno 2012-D.Lgs.n. 68/2011, art. 18);
  • tributo in discarica;
  • canone di occupazione spazi ed aree pubbliche – COSAP;
  • Canoni demanio idrico e pozzi.

Riferimenti

U.O. Gestione entrate e investimenti