Territorio > APEA

APEA

APEA
APEA

AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE

APEA: "Aree produttive industriali, artigianali, o miste, anche inserite in contesti ispirati alla multifunzionalità, dotate di un sistema di controllo delle emissioni di inquinanti e di riduzione dei gas climalteranti; le APEA sono caratterizzate dalla presenza e dalla gestione unitaria ed integrata di infrastrutture e servizi idonei a garantire il rispetto dell'ambiente in un'ottica di sviluppo sostenibile, in conformità ai principi di prevenzione e controllo integrati dell'inquinamento, con la finalità di conseguire, unitamente alla competitività del sistema produttivo, la salvaguardia dell'ambiente, della salute e della sicurezza.

L’ Area Produttiva Ecologicamente Attrezzate, denominata APEA, è stata introdotta nel panorama legislativo italiano dall’articolo 26 del D.Lgs 112/98 (c.d. decreto Bassanini) come area “dotata delle infrastrutture e dei sistemi necessari a garantire la tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente”.

L’APEA prevede quindi la presenza di un Soggetto Gestore, un’organizzazione, dotata di personalità giuridica, che coordina e realizza le attività necessarie per una corretta gestione delle performance ambientali delle imprese e dell’area nel suo complesso. Tale modalità di gestione consente il perseguimento di prestazioni ambientali superiori rispetto alla somma dei benefici ottenibili dalla ottimizzazione del processo produttivo di ciascuna impresa.

La Regione Toscana ha disciplinato il tema delle aree ecologicamente attrezzate con il Regolamento n.74 R del 2009 che stabilisce i requisiti indispensabili per il raggiungimento della qualifica di APEA. Questo “traguardo” è raggiungibile dalle aree attraverso l’implementazione dei criteri contenuti nella Delibera di Giunta n.1245 del 28 dicembre 2009, diversi in base alla tipologia di area: di nuova edificazione, esistente e da riqualificare. Un percorso APEA si articola in almeno 3 fasi principali, pianificazione, attuazione e gestione, ognuna delle quali caratterizzata dalla presenza e dalla partecipazione di una pluralità di soggetti che collaborano per raggiungere la qualifica e promuovere un processo di miglioramento continuo della gestione dell'area.

Nel quadro delle normative regionali la Provincia di Pisa cura le procedure inerenti le APEA con particolare riferimento all’inquadramento localizzativo ed alla coerenza con gli indirizzi della pianificazione territoriale. A tal fine gestisce ed aggiorna la Banca Dati, segue l’istruttoria delle domande dei Soggetti Gestori finalizzate all‘inserimento nella banca Dati stessa, che dà diritto all’acquisizione della denominazione APEA, stipula con i Comuni interessati ed i Soggetti Gestori appositi Protocolli di collaborazione.

Gli Uffici della Provincia forniscono agli interessati informazioni ed assistenza ai fini dello sviluppo di questo importante strumento di governo del territorio e di promozione dello sviluppo sostenibile.

L’APEA non costituisce solo uno strumento di politica territoriale finalizzato al miglioramento dello stato dell’ambiente in cui un sistema produttivo è localizzato, ma rappresenta un’opportunità di perseguimento di benefici socioeconomici e competitivi per le imprese che vi operano. La Regione Toscana con la Legge 87/1998 ha stabilito, infatti, che le APEA sono “finalizzate alla promozione ed allo sviluppo di attività artigianali e industriali i cui processi siano gestiti come sistema territoriale d’insieme, in modo da garantire una qualità ambientale complessivamente elevata, unitamente al sostegno, consolidamento e miglioramento della competitività del sistema produttivo regionale, in una prospettiva di sviluppo sostenibile” (Art. 18 comma 2). Proprio il miglioramento della competitività delle imprese che operano nell’area costituisce quindi uno dei principali obiettivi dell’APEA e l’ottenimento della qualifica può costituire sia un elemento di marketing e di attrattiva territoriale sia un segnale di corretta gestione del contesto produttivo su cui fondare il miglioramento dell’immagine e della reputazione dell’area.