Salta al contenuto

Approvato bilancio di previsione

Approvato all’unanimità dei presenti il Bilancio di Previsione 2020-2022 della Provincia di Pisa: la seduta per la prima volta si è svolta in videoconferenza per l’emergenza sanitaria da Covid19

Data:

01-04-2020

Pisa – 42 milioni di investimenti da dedicare all’edilizia scolastica e alla viabilità provinciale, attraverso la programmazione di importanti interventi, e un rinnovamento, messo in atto, del personale della struttura provinciale.
💻 Sono questi gli elementi salienti che emergono dall’approvazione del Bilancio di Previsione 2020-2022 e del relativo Documento Unico di Programmazione della Provincia di Pisa, avvenuta nella seduta consiliare dello scorso 1 aprile, la prima svolta in videoconferenza, in osservanza delle norme di distanziamento e sicurezza relative all’emergenza Coronavirus.

👉 “Un importante passaggio amministrativo, che consente all’ente la piena funzionalità di spesa e quindi di azione nei vari capitoli di intervento a servizio della cittadinanza per l’anno in corso”, sottolinea il Presidente Massimiliano Angori.

👉 L’approvazione è avvenuta all’unanimità dei presenti, dopo che i Consiglieri di minoranza avevano abbandonato la seduta.
👉 “Si trattava del primo consiglio dell’anno 2020, che ha subito comunque degli slittamenti anche a causa della crisi sanitaria in essere, che vede tutti noi amministratori costantemente impegnati a dare risposte alle comunità dei rispettivi territori; e comunque convogliava due argomenti soltanto, Bilancio e Dup appunto, complessi ma estremamente interconnessi e dunque comprensibili, grazie anche al costante supporto che i nostri uffici sono sempre disponibili a fornire”, spiega il Presidente.

▶️ L’approvazione dei documenti è proseguita, consegnando i numeri essenziali sui quali si articola l’Ente.

👉Per la parte propria, la Provincia snocciola le seguenti cifre: una spesa corrente per il personale è di 9 milioni di euro, la spesa per il rimborso di mutui 12 milioni, la spese sui servizi 7 milioni; la spesa per rimborsare lo stato 15 milioni e mezzo (di questi, dalla fine dello scorso anno, vengono restituiti alla Provincia 3 milioni e 6 annualmente, (L. 30.12.2018 N. 145, con l’articolo 1 commi 889 ha attribuito alla Provincia di Pisa un contributo di Euro 3.662.060,60). L’importo complessivo è di 43.000.000,00.
Ma i numeri complessivi del bilancio sono superiori per effetto delle entrate vincolate e di terzi, che si integrano a quelle di cui sopra, che riguardano le entrate proprie della Provincia in senso stretto e di quanto è stato reiscritto dagli anni precedenti per effetto dei programmi e/o progetti in corso.
Questo grazie anche alla capacità progettuale di attrarre e reperire finanziamenti di terzi e di gestire attività progettuali diverse contemporaneamente.

👉Le spese sugli investimenti (strade e scuole, ndr) ammontano a 21 milioni di competenze più 16 milioni sui residui dello scorso anno, (finanziate da entrate già realizzate, ndr) e 5 milioni di entrate attribuite ma non realizzate, per un totale 42 milioni:
“una cifra significativa che permetterà di effettuare sin da subito importanti interventi sul territorio, principalmente in materia di viabilità ed edilizia scolastica”, afferma il Presidente Angori.

👉“Investimenti importanti sulla viabilità dove, per l’anno 2020 sono previsti interventi massici e talvolta risolutivi, distribuiti in varie aree del territorio provinciale, come la messa in sicurezza di importanti intersezioni stradali o di rotatorie attese da tempo. Un forte impegno viene confermato anche sul fronte dell’edilizia scolastica, con investimenti per il nuovo Montale di Pontedera e il Matteotti di Pisa, oltre ad un impegno consistente per il villaggio scolastico di Pontedera.

👉 Infine, una menzione per le politiche del personale, che hanno visto nel corso dello scorso anno un totale di oltre 40 nuovi ingressi, per un totale di 216 dipendenti, che rappresentano un valido turnover con nuove forze nella macchina amministrativa e nei tecnici, affinchè la nostra struttura possa rispondere, in maniera sempre più adeguata, alle esigenze dei cittadini e stare al passo coi tempi”

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

03-02-2022 14:02

Questa pagina ti è stata utile?