Pontesicuro - Lugnano > Pontesicuro - Lugnano 24 maggio 2019

Pontesicuro - Lugnano 24 maggio 2019

Lunedi 27 maggio inizieranno le operazioni per l'approntamento del cantiere per i lavori al Ponte di Lugnano

Ponte di Lugnano SP 31
Ponte di Lugnano SP 31

"Lunedi 27 maggio inizieranno le operazioni per l'approntamento del cantiere per i lavori al Ponte di Lugnano; la ditta appaltatrice ci ha confermato questa informazione proprio ieri 22 maggio. La circolazione viaria, tuttavia, non subirà modifiche sostanziali", afferma il Presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori relativamente ai lavori all'infrastruttura che collega Cascina a Vicopisano. Avvio lavori dunque confermato per lunedì 27 maggio: per le tre settimane successive si svolgeranno lavori in alveo del fiume che comporteranno soltanto saltuarie interruzioni della circolazione viaria, che sarà temporaneamente istituita a senso unico alternato con carattere, però, è bene ribadirlo non permanente, e quindi non creando delle reali limitazioni poichè le temporanee interruzioni avverranno soltanto per permettere la messa in posa del cantiere stesso.

"Da lunedi 17 giugno, con la conclusione delle attività scolastiche e quindi nell'intento di cercare di limitare per quanto possibile i disagi per i cittadini, sarà istituita la chiusura completa del ponte, per la durata massima di 11 settimane. Pertanto a partire da lunedì 2 settembre è prevista la riapertura al traffico sul ponte, a senso unico alternato, fino a fine lavori. Mi preme sottolineare che durante il mese di aprile scorso, abbiamo scritto una lettera anche al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti indirizzata direttamente all'Onorevole Toninelli, per cercare di intercettare qualche finanziamento che permettesse di mettere in campo ulteriori strumenti per limitare i disagi alle comunità interessate dagli interventi sul ponte di Lugnano, ma non abbiamo mai ricevuto alcun cenno di risposta. Parlando di cifre, infatti, per l'intervento strutturale sul ponte fra Lugnano e Cascina, sono stati stanziati in totale 1,3 milioni di euro, dei quali 292mila euro derivanti dal contributo regionale; il resto è a carico completamente dell'Ente provinciale. Ad ogni modo, è anche necessario ribadire che i lavori a questa infrastruttura non sono oltremodo rimandabili, come ribadito più volte anche ai tavoli tecnici svoltisi presso la Prefettura pisana, a tutela della sicurezza e della pubblica incolumità degli utenti del ponte stesso", conclude il Presidente Angori.